Quando si parla di “Piaggio” si è portati subito a pensare ai celebri motocicli che hanno ravvivato, e continuano a ravvivare tutt’oggi, le strade italiane, come ad esempio la mitica Vespa.

Questa casa produttrice italiana con sede a Pontedera, tuttavia, tocca con le sue produzioni anche i velivoli, ed è conosciutissimo il suo P180.

L’aereo P180 fu progettato per la prima volta negli anni Ottanta per sostituire i modelli P136 e il P166, considerati “fratelli”.

P180 vanta due motori che consentono al velivolo di superare i 700 Km/h, una velocità tutt’altro che distante rispetto a quella di un modello più performante quale il B737, la cui velocità di crociera è pari a 850 Km/h; se P180 riesce a rivelarsi così veloce è anche grazie alla presenza di due eliche spingenti che ottimizzano le prestazioni mantenendo piuttosto bassi i consumi.

Dal momento che questo velivolo ha una storia importante, essendo stato realizzato per la prima volta diversi decenni or sono, non stupisce il fatto che i modelli odierni presentino delle rilevanti caratteristiche migliorative rispetto agli albori.

L’ultima variante di P180 è Evo, modello in grado di ospitare 7 passeggeri, oltre ai 2 piloti, e molto adatto a impieghi militari e operativi: P180 Evo di Piaggio è utilizzato infatti dall’Aviazione dell’Esercito e dall’Aeronautica Militare, principalmente come velivolo da ricognizione e collegamento.