L’azienda italiana Aviointeriors ha scelto di riprendere un progetto che era stato già valutato in passato, ma che tuttavia non aveva mai avuto successo.

In occasione dell’Aircraft Interior Expo 2018 di Amburgo, infatti, Aviointeriors ha esposto la sua idea di “sedile verticale” per aereo, la quale viene presentata come un’alternativa molto interessante al sedile tradizionale.

L’obiettivo dell’azienda è quello di contrastare la fastidiosa sensazione che si avverte nel riporre le proprie gambe in spazi angusti durante il viaggio, e in tale ottica è stato progettato appunto questo sedile dall’assetto molto particolare.

La postura che è possibile acquisire accomodati su questo sedile è molto vicina a quella eretta, con la differenza che, ovviamente, si potrebbe godere di un supporto.

Secondo Aviointeriors, ulteriori punti di forza legati all’utilizzo di questi speciali sedili sarebbero individuabili nella loro leggerezza, nella scarsa manutenzione, e nel fatto che, essendo installabili a breve distanza l’uno dall’altro, le compagnie aeree potrebbero trasportare una maggiore quantità di passeggeri incrementando così i loro profitti.

CNN ha tuttavia sollevato delle perplessità sulla reale comodità di questi sedili: l’azienda che sta lavorando a questo progetto parla, a tal riguardo, di “comfort adeguato”, in realtà non è affatto detto che mantenere una postura simile per tutta la durata del viaggio sia più confortevole rispetto ad un ristretto spazio in cui collocare le gambe.

Altre criticità sarebbero correlate alla sicurezza, in quanto la presenza di una quantità elevata di persone all’interno dell’aereo potrebbe rendere difficoltosa un’evacuazione.

Oltre a questo, c’è da considerare che molte persone che hanno delle remore a salire su un aereo, magari per paura o perché avvertono una sensazione claustrofobica, probabilmente non considererebbero in modo positivo un’ulteriore restrizione degli spazi a bordo.

Quel che è certo è che se quest’innovazione non ha attecchito in passato, le medesime problematiche che ne hanno impedito la diffusione potrebbero ripresentarsi anche in questo nuovo progetto.