Progetto Flying-V di KLM

Il primo volo dell’avveniristico aereo Flying-V

Ha compiuto il suo primo volo l’attesissimo Flying-V, l’avveniristico aereo nato dal lavoro sinergico di KLM e TU Delft, le quali ne annunciarono l’avvio della progettazione nel corso di IATA 2019.

Il progetto di KLM

Quando, un anno fa, KLM presentò questo progetto in occasione del suo 100° anniversario, diverse realtà lo hanno reputato interessante e instaurare delle partnership, a detta del CEO Pieter Elbers, è stato fondamentale per il conseguimento di un risultato così importante, oltre di rapida esecuzione.

L’ecosostenibilità di Flying-V

Elbers ha inoltre sottolineato il fatto che l’azienda di cui è a capo si è posto come ferreo obiettivo quello di favorire l’ecosostenibilità, una tematica che d’altronde è sempre stata considerata prioritaria da KLM, essendo stata per lunghi anni una delle compagnie aeree più “green” al mondo.

Il volo d’esordio del Flying-V rappresenta, da questo punto di vista, un prezioso passo in avanti, con cui KLM vuole tornare ad essere ai vertici mondiali per quel che riguarda il rispetto dell’ambiente.

Flying-V è in effetti un aereo con caratteristiche davvero eccezionali soprattutto per quel che riguarda l’efficienza e l’ecosostenibilità: si stima che i voli di tale velivolo garantiscano, anche per via della particolare forma concepita durante le fasi di progettazione, un risparmio di carburante del 20% rispetto agli odierni aerei più avanzati.