Il nuovo sistema di atterraggio di emergenza, Autoland di Garmin

Rendere i voli il più sicuri possibile è un obiettivo che riguarda l’intera umanità, e negli ultimi tempi si sono registrate delle novità assai interessanti da questo punto di vista.

Dopo la creazione del cosiddetto paracadute balistico, infatti, nasce il nuovo sistema di Autoland, un particolare sistema di atterraggio d’emergenza ideato da Garmin.

Il nuovo sistema di atterraggio d’emergenza di Garmin

Tale sistema consiste sostanzialmente in un allarme che può essere attivato da qualsiasi persona a bordo, anche da un semplice passeggero, premendo un apposito pulsante.

L’utilità del sistema

L’attivazione dell’allarme può rendersi utile, ad esempio, laddove il conducente abbia un malore, senza trascurare il fatto che tale “alert” può essere attivato anche in modo automatico laddove il computer dovesse ravvisare determinate condizioni.

Come funziona

Autoland sfrutta una particolare triangolazione di parametri e rilevamenti satellitari grazie a cui l’emergenza può essere gestita in maniera ottimale, consentendo un atterraggio su pista rapido e soprattutto sicuro.

Il sistema informatico prende infatti in considerazione una molteplicità di parametri quali le condizioni metereologiche, la presenza di eventuali ostacoli, l’autonomia residua del velivolo e via discorrendo.

Anche sul piano della comunicazione questo sistema si rivela impeccabile, dunque ravvisa in modo preciso e tempestivo la propria posizione a tutti gli addetti ed i piloti presenti nelle vicinanze.

La versatilità del sistema

Il sistema Autoland è installabile su diversi aerei di molti diversi tipi, è interessante sottolineare inoltre che il pilota è comunque libero di disattivarlo a piacimento, prendendone così il pieno controllo.