Crescono, nel mondo dell’aeronautica, gli investimenti in cybersicurezza, e ciò non desta stupore, dal momento che il web ha visto crescere notevolmente la sua importanza anche per quanto riguarda tale ambito.

Airline IT Trends Survey 2016, indagine sulle tendenze di investimento condotta da Sita tra le 200 principali compagnie aeree al mondo relativa appunto all’anno in corso, ha evidenziato che ben il 91% delle compagnie considerate pianifica degli investimenti specifici per la cybersicurezza, dato che risulta doppio rispetto a quello dei tre anni precedenti, quando le compagnie che curavano tali aspetti erano appena il 47%.

Questa tendenza è strettamente correlata anche alla crescita del cosiddetto “Internet delle cose”, ovvero all’utilizzo della rete per applicazioni che trovano un riscontro pratico e immediato nella vita reale di tutti i giorni.

Allo stesso tempo, la crescita degli investimenti in cybersicurezza è strettamente legata alla connettività in volo, un servizio molto moderno che non può che rendere ancor più confortevole l’esperienza di viaggio dei passeggeri.

A tal riguardo, è interessante sottolineare che per il prossimo triennio si prevede che il 70% delle compagnie consentirà ai passeggeri di usufruire di contenuti multimediali in Streaming direttamente sui propri dispositivi.