Ryanair, famosissima compagnia low-cost che oramai non ha alcun bisogno di presentazioni, incrementerà in modo importante i suoi voli riguardanti gli aeroporti italiani.

Il Governo Renzi ha annullato l’introduzione della tassa municipale, e ciò ha spinto Ryanair a investire in modo importante anche nel nostro paese.

Nello specifico, Ryanair è pronta a investire un miliardo di dollari in nuovi aeromobili, e per quanto riguarda l’Italia il traffico verrà incrementato del 10% nel 2017.

Per il prossimo anno, Ryanair proporrà 44 nuove rotte, di cui 21 presso gli aeroporti di Roma e Milano e 23 presso altri aeroporti nazionali, di conseguenza si stima che nel 2017 saranno ben 35 milioni i passeggeri complessivi che voleranno da e per gli aeroporti italiani.

Questo avrà dei risvolti positivi anche sul piano occupazionale: le nuove tratte targate Ryanair e riguardanti gli aeroporti italiani, infatti, dovrebbero creare circa 2.250 posti di lavoro presso gli scali nazionali.

L’amministratore delegato di Ryanair, Michael O’Leary, ha espresso grande gratitudine al Presidente del Consiglio Renzi e al Ministro dei Trasporti Delrio per aver adottato delle misure che consentiranno al turismo italiano di crescere in modo consistente, allo stesso tempo lo stesso ministro Delrio e il presidente di ENAC, Vito Riggio, hanno dichiarato che incrementare le opportunità di volo è fondamentale per far crescere l’economia nazionale e per offrire ai cittadini delle possibilità di viaggiare molto più capillari.

Tra le nuove rotte che Ryanair prevede di attivare per l’estate 2017 è possibile citare Bergamo-Vigo, Malpensa-Gran Canaria, Roma-Lourdes, Roma-Norimberga, Treviso-Cracovia, Bologna-Lisbona, Pescara Copenaghen, Bari-Liverpool.