Rolls-Royce lavora su un innovativo sistema ibrido per il mondo dell'aviazione

È ormai cosa nota il fatto che riuscire a dotare gli aeromobili di motori elettrici o ibridi sia una delle principali sfide del mondo dell’aeronautica, un obiettivo sicuramente non semplice, ma tutt’altro che irraggiungibile.

L’investimento di Rolls-Royce in un motore ibrido per l’aeronautica

Rolls-Royce sta investendo molto in quest’opportunità ed è recente la notizia che questo noto marchio ha eseguito dei test su un innovativo sistema ibrido.

Questa novità targata Rolls-Royce sfrutta la turbina M250, un motore estremamente diffuso che, nell’arco dell’ultimo mezzo secolo, è riuscito a cumulare ben 250 milioni di ore di volo.

La potenza di questo sistema ibrido può spaziare da 500 kW a 1MW e può essere installato su una vasta gamma di piattaforme, è interessante sottolineare inoltre che può riguardare velivoli con un peso massimo di 2.000 Kg e con un range fino a 1.000 miglia.

I risultati del test

Sono stati oggetto di test il decollo, la crociera, il rullaggio e l’atterraggio, e il riscontro da parte di Rolls-Royce è stato molto positivo, dunque tutto lascia immaginare che questa sia una strada assolutamente perseguibile.

Il prossimo passo rappresenta dunque l’integrazione di questo sistema ibrido all’interno di un velivolo, e Rolls-Royce dovrebbe eseguire nel 2021 i suoi primi voli sperimentali.