Gli aerei più vecchi nei cieli d'Europa

Eurostat ha fornito delle statistiche molto interessanti relative all’età degli aerei che circolano in Europa, scopriamo subito che cosa è emerso.

L’età degli aerei sui cieli d’Europa

L’ente di ricerca ha preso in considerazione un campione piuttosto ampio di ben 6.711 velivoli, tutti dal peso superiore a 2,6 tonnellate, e il primo dato che balza agli occhi è quello secondo cui appena un quinto del totale degli aerei attivi in ambito comunitario ha un’età inferiore a 5 anni.

Il 27% dei velivoli ha un’età compresa tra i 5 ed i 9 anni, il 34% si colloca tra i 15 ed i 19 anni di età, mentre gli aerei ultraventennali sono il 17% del totale.

I numeri per Paese

Secondo Eurostat è il Regno Unito la nazione con il maggior numero di aerei attivi, ben 1.312, al secondo posto troviamo la Germania con 1.100, seguono la Francia con 571, l’Irlanda con 569 e la Spagna con 509.

Gli aerei più vecchi

Il poco invidiabile primo posto nella classifica delle nazioni con gli aerei più datati va alla Svezia, dove ben il 55% degli aerei attivi ha più di vent’anni.

Al secondo posto troviamo la Lituania e la Croazia, rispettivamente con il 52% e con il 50%, seguono, se pur piuttosto distaccate, Bulgaria, Cipro, Romania e Danimarca.

La quota di aerei datati risulta più bassa in assoluto in Lussemburgo, dove corrispondono appena al 3% del totale, in Repubblica Ceca (6%) in Irlanda e in Austria (7%).

Gli aerei meno datati

Prendendo in considerazione gli aerei più “giovani”, quindi quelli con un’età inferiore a 5 anni, il primato spetta all’Ungheria, dove ben il 49% dei velivoli rientra in tale categoria.

A seguire troviamo il Lussemburgo con il 31%, la Finlandia con il 30% e l’Italia e la Spagna con il 27%, segno evidente del fatto che le flotte delle compagnie aeree nostrane sono state recentemente protagoniste di un rinnovamento piuttosto cospicuo.