Gli aeroporti italiani stanno migliorando in modo consistente la loro puntualità: è questo ciò che emerge da alcuni dati presentati da ENAC, i quali indicano una chiara crescita del prestigio degli scali nazionali.

Il dato in questione assume un particolare rilievo laddove venga accostato ad altre statistiche che ENAC ha presentato in tempi recenti, ovvero quelle che indicano in modo inequivocabile che il numero dei passeggeri che transitano dagli scali nostrani è in netto aumento.

Come sottolinea ENAC sono stati compiuti degli importanti investimenti nel corso degli ultimi anni, e i risultati sono tangibili.

Nel primo quadrimestre del 2018 la percentuale dei ritardi sui voli italiani è risultata pari allo 0,8% del totale, una percentuale sicuramente esigua che si lascia apprezzare in modo ancor più evidente laddove si esegua un confronto su base annua.

Nel primo quadrimestre dello scorso anno, infatti, la percentuale di ritardi sulla rete nazionale risultava pari al 2,3%.

Gli investimenti che hanno riguardato gli aeroporti italiani sono pari a 4 miliardi di euro spalmati dal 2015 al 2021; 1,75 miliardi di euro stanno riguardando il solo aeroporto di Roma Fiumicino, non vanno trascurati inoltre i cospicui investimenti che stanno interessando l’aeroporto Venezia Tessera (575 milioni), quello di Milano Linate (316 milioni) e quello di Milano Malpensa (265 milioni).