Il numero dei passeggeri che hanno fatto transito negli aeroporti italiani continua a crescere, segno evidente del fatto che le compagnie che operano sugli scali del nostro territorio nazionale stanno servendo una clientela in costante crescita.

Secondo i dati forniti da ENAC, nel primo trimestre del 2018 il numero complessivo di passeggieri transitati presso gli aeroporti italiani è stato ben superiore a 35 milioni, cifra che implica un incremento su base annua del +6,4%.

Nel medesimo periodo gli aeromobili che sono stati movimentati a livello nazionale sono stati 286.000, cifra che corrisponde a un +3.7% rispetto al trimestre dell’anno precedente, il dato è positivo anche per quel che riguarda il traffico cargo, con un +0,3%.

Il podio degli aeroporti italiani per quantità di passeggeri transitati nel trimestre in questione vede al primo posto Roma Fiumicino, con 8,4 milioni, Milano Malpensa, con 4,9 milioni, Bergamo Orio Al Serio con 2,7 milioni e Milano Linate con 2,1 milioni.

Nei primi tre aeroporti menzionati i trend su base annua sono positivi e ammontano rispettivamente a +2,7%, +12,8% e +5,5%, è in calo invece l’aeroporto di Milano Linate, con un trend negativo di -3,1%.

Per quanto riguarda gli incrementi più netti risulta davvero altisonante la crescita dello scalo di Napoli, con un +45,5% su base annua, seguita da quella relativa all’aeroporto di Olbia, con un +23,9% e quella dell’aeroporto di Treviso, con un +23,5%.

I trend meno invidiabili sono invece quelli dell’aeroporto di Parma, con un netto -54,4%, dell’aeroporto di Trapani, con un -52%, e dell’aeroporto di Ancona, con -21,5%.