All-weather operations con le ultime tecnologie

EASA, European Union Aviation Safety Agency, ha recentemente pubblicato una proposta tramite la quale si aggiorna il quadro normativo relativo all’utilizzo dei più recenti progressi tecnologici.

Le novità EASA per le all-weather operations

Nello specifico, tali novità riguarderebbero le cosiddette all-weather operations, letteralmente “operazioni con qualsiasi visibilità”, ovvero le manovre di decollo e di atterraggio eseguite in condizioni di visibilità carente.

Come si può ben immaginare, supporti tecnologici mirati possono rivelarsi davvero provvidenziali in tale ottica, ma soprattutto gli scali di piccole dimensioni risultano essere, ad oggi, non particolarmente all’avanguardia.

A chi si rivolgono le novità

Le nuove regole che EASA sta prevedendo non sono correlate ad una tecnologia specifica, bensì possono avere portata generale, inoltre possono adattarsi anche ad eventuali cambiamenti futuri, e questo è un fattore molto importante.

Grazie alle novità di EASA, anche gli scali meno importanti potranno incrementare la loro efficienza e, di conseguenza, potranno ampliare la loro connettività.

European Union Aviation Safety Agency, inoltre, ha avanzato proposte anche relativamente ai flight crew training, ovvero le modalità di addestramento dell’equipaggio in volo.