Che cos’è esattamente la scatola nera? Capita piuttosto spesso di sentir fare riferimento a questo particolare elemento tecnico, soprattutto quando si sentono, in TV, delle notizie relative a incidenti, tuttavia non sono affatto numerose le persone che sanno bene in che cosa consiste questo oggetto.

La scatola nera è un elemento che viene installato su navi e aerei proprio con la finalità di ricostruire in modo minuzioso quali sono state le dinamiche e le cause di un incidente: nel nostro paese l’installazione della scatola nera è obbligatoria sugli aerei e anche in tutte le navi passeggeri nonché in quelle con un peso superiore a 30.000 tonnellate.

Tra le scatole nere relative agli aerei e quelle che riguardano le navi vi sono delle differenze significative: le seconde, ad esempio, rilevano anche dei dati differenti, ad esempio lo stato delle varie porte ignifughe e la tenuta stagna.

La scatola nera fu ideata da David Warren nel 1953, tuttavia furono necessari alcuni anni prima che fosse definitivamente adottata: inizialmente, infatti, la scatola nera fu erroneamente considerata un qualcosa di superfluo.

La scatola nera non deve questo nome al suo colore, anzi al contrario è in genere prodotta in giallo o in arancione, e il suo costo è tutt’altro che esiguo: per acquistare una scatola nera può essere necessaria una cifra da 30.000 a 150.000 euro.