Non è la prima volta che si sente parlare di consegne effettuate tramite drone: alcuni colossi del commercio elettronico, infatti, hanno già discusso di questa possibilità, senza tuttavia essere ancora riusciti a renderla reale.

La notizia recente è che anche al confine con l’Italia, esattamente in Svizzera, si stanno testando delle consegne tramite questa modalità.

Sono esattamente le poste svizzere ad aver intrapreso questa suggestiva strada, grazie a cui potrebbe dunque esser possibile recapitare dei pacchi utilizzando dei piccoli velivoli a pilotaggio remoto; una soluzione, questa, che potrebbe rivelarsi molto utile soprattutto per le zone più difficili da raggiungere, località che, in un territorio montuoso come la Svizzera, non mancano affatto.

La notizia di questi nuovi test è ufficiale, anzi le stesse poste svizzere hanno pubblicato online un video in cui si può notare un piccolo drone di colore bianco intento a volare nei cieli per la consegna di piccoli pacchi.

Nello specifico, il nuovo drone che potrebbe presto essere in dotazione alle poste elvetiche è in grado di trasportare dei piccoli pacchi fino ad un chilo di peso, e con un’unica ricarica si potrebbe percorrere una distanza pari a 10 Km.

L’idea è accattivante, dunque, ma ovviamente sarà necessario molto tempo affinchè una soluzione simile possa divenire diffusa sul territorio svizzero.

Nel frattempo, tuttavia, non è affatto escluso che la modalità di consegna tramite droni possa essere adottata in via eccezionale per recapitare pacchi di piccole dimensioni in casi di emergenza, o comunque per delle zone particolarmente complesse da esser raggiunte.