Francesco Bertoni ha ottenuto la licenza di pilota presso la nostra scuola di volo e, recentemente, è stato assunto dalla  compagnia Air Dolomiti come First Officer.

Ciao Francesco! Come mai hai scelto di diventare pilota?
Ho iniziato a sognare di fare il pilota all’età di 10 anni, quando un mio caro amico appena tornato da un lungo viaggio mi descrisse quanto fosse bello volare. Inizialmente affasciato dall’entusiasmo di poter viaggiare in giro per il mondo, crescendo mi appassionavo sempre di più al mondo aviazione guardando video e documentari su internet. Capivo durante la mia adolescenza che questa non era solo una semplice passione, ma volevo fortemente che diventasse la professione della mia vita. Così ho deciso di iscrivermi presso l’Aeroclub Varese nell’Estate 2015, subito dopo il termine della scuola superiore.

Com’è stato il percorso presso la nostra scuola di volo?
Ho iniziato gli studi presso l’Aeroclub nel Settembre 2015, facendo solamente lezioni serali fino al termine dello stesso anno. Nel Gennaio 2016 ho iniziato poi la teoria atpl presso la vostra scuola e, allo stesso tempo, facevo addestramento in volo. Ho scelto il percorso integrato perché era quello che mi permetteva in modo migliore di potermi concentrare al 100% sugli studi e di finire nel minor tempo possibile. Ho finito tutto nel Novembre 2017, è stato un bel percorso durato poco più di 2 anni, nei quali ho imparato molto e mi sono divertito!

Come ti sei trovato nella nostra scuola?
Mi sono trovato molto bene sin dall’inizio. Ho apprezzato moltissimo la professionalità e la preparazione degli istruttori e degli ingegneri sempre molto disponibili a chiarire qualsiasi dubbio o ad affrontare qualsiasi difficoltà. Personalmente ho apprezzato anche molto l’aspetto umano degli istruttori, non solo l’aspetto puramente tecnico, perché hanno sempre cercato di mettermi a mio agio in qualsiasi situazione.
La flotta dell’Aeroculb penso sia molto vasta, con numerosi aeroplani in grado di soddisfare tutte le esigenze del training per poter diventare un pilota professionista. Gli aeroplani sono tenuti con cura e professionalità da tutto lo staff dell’officina, rendendo l’Aeroclub una scuola di volo molto efficiente.

Come sei diventato First Officer di Air Dolomiti?

La licenza è stata rilasciata dalle autorità verso Dicembre dello scorso anno. Ho subito applicato per Air Dolomiti, in forte ricerca di Primi Ufficiali. La selezione non è stata per nulla semplice, ma con una buona preparazione e con la massima voglia si può fare tutto. Il primo step è stato ad Amburgo, dove mi sono sottoposto ad un test attitudinale (chiamato DLR) che tutti i piloti che vogliono entrare presso una compagnia del gruppo Lufthansa devono effettuare e passare. Questa fase richiede una buona preparazione a casa e una gran voglia di mettersi in gioco. A mio modo di vedere essere motivati è fondamentale. Il secondo step è avvenuto a Verona, dove i candidati che avevano passato la prima fase venivano esaminati da un’equipe di psicologi sottoponendosi numerosi test psico-attitudinali. Infine, la terza fase al simulatore è avvenuta a Francoforte. Ho successivamente iniziato il Type Rating a inizio Maggio 2018. Ho concluso da poco tutto l’addestramento svolto in aula che segue il Type, e ho recentemente iniziato a lavorare sull’aereo come First Officer.

Quali ambizioni hai per il futuro?

Ora come ora tutta la mia concentrazione ed energia è rivolta all’addestramento in linea. Voglio impegnarmi al massimo come ho sempre fatto per raggiungere i miei obiettivi. In futuro ovviamente l’obiettivo sarà quello di diventare Comandante, sapendo che a piccoli passi e col massimo impegno si può arrivare dove lo si desidera.
Un grosso ringraziamento va alla mia famiglia, che è da sempre stata un grande esempio per me, che ha sempre creduto in me e che mi ha dato l’opportunità di poter intraprendere questo percorso.
Non smettere mai di credere nei sogni e impegnarsi al massimo in ogni momento è modo per poterli realizzare, con il duro lavoro e i sacrifici si può ottenere ciò che si ha sempre sognato!

 

Grazie mille Francesco e un grande in bocca al lupo per la tua carriera da pilota!