Amazon, il famosissimo colosso del commercio elettronico, è sempre a lavoro per rendere il proprio servizio di consegna sempre più tempestivo.

A tal riguardo, è recente la notizia per cui Amazon ha stretto un accordo con Atlas Air Worldwide per il noleggio di 20 Boeing 767, i quali saranno adoperati per la consegna delle merci sul territorio americano.

Tale notizia non rappresenta una novità assoluta: a marzo, infatti, fu annunciato che Amazon aveva acquistato 20 aerei cargo Boeing dalla compagnia Air Transport Services Group, per non parlare delle continue sperimentazioni che questo colosso del web effettua per quel che riguarda l’impiego dei droni.

Il livello di efficienza che Amazon è riuscito a raggiungere, d’altronde, è davvero massimo, soprattutto per quanto riguarda il servizio Amazon Prime Now tramite il quale si può usufruire di consegne ultra rapide, eseguite addirittura in appena due ore.

Questo importante investimento ad opera di Amazon è stato annunciato in concomitanza della divulgazione dei guadagni del primo trimestre di Atlas, e questa novità è frutto di una mission molto chiara: il popolare e-commerce, infatti, vuole ridurre in modo costante la fruizione di servizi forniti da terze parti, ovvero da aziende specializzate in servizi di spedizione quali FedEx e UPS.

In un’azienda come Amazon, in cui la logistica interna è studiata in ogni più piccolo dettaglio, potersi distaccare in modo graduale da servizi esterni non può che essere positivo: se Amazon ha modo di eseguire le sue spedizioni con mezzi propri, senza richiedere i servizi di aziende esterne specializzate, la sua logistica non può che migliorarsi ulteriormente.

Da questo punto di vista, peraltro, Amazon può assicurarsi dei vantaggi molto importanti anche per quanto riguarda l’abbattimento dei costi.