Airbus porta a termine un nuovo progetto

Airbus conclude il programma ATTOL, Autonomous Taxi, Take-Off and Landing

Airbus ha concluso il suo programma di test biennale denominato ATTOL, Autonomous Taxi, Take-Off and Landing Project.

L’obiettivo del programma ATTOL

A livello generale, il programma ATTOL ha come obiettivo quello di comprendere in che modo tecnologie come algoritmi di apprendimento automatico, strumenti autonomi per la classificazione dei dati e l’elaborazione e la generazione di modelli potrebbero aiutare i piloti affinché possano concentrarsi soprattutto su attività quali processi decisionali e gestione dell’intero volo.

Altrettanto prezioso è l’obiettivo che concerne la sicurezza dei velivoli, inoltre Airbus intende creare nuovi modelli di business riguardanti la progettazione, la fabbricazione e la manutenzione dei nuovi aerei.

Un progetto multidisciplinare

ATTOL è un progetto assolutamente multidisciplinare: al medesimo hanno infatti collaborato diverse realtà quali ONERA, Airbus China, Airbus UpNext, Airbus engineering and technology teams, Acubed (Project Wayfinder) e Airbus Defence and Space.

I test eseguiti

Il noto brand ha eseguito complessivamente circa 500 test di volo, la maggioranza dei quali, circa 450, sono stati dedicati alla raccolta di dati video grezzi dedicati alla messa a punto di determinati algoritmi, 6 test invece sono stati finalizzati al test di capacità del volo autonomo.