Chiusura pista venerdì 7 e sabato 8 Aprile

Chiusura Pista


Come da comunicazione di Leonardo Velivoli, nei giorni Venerdì 7 e Sabato 8 Aprile 2017 l’aeroporto “Arturo Ferrarin” resterà chiuso per la sigillatura di alcune fessurazioni presenti sull’asfalto della pista di volo con particolari mastici bituminosi.

Se le condizioni meteo rimarranno invariate, già da domenica 9 Aprile la pista sarà nuovamente utilizzabile.

Aeroclub Varese, non una scuola di volo qualsiasi

Dal 1948 Aeroclub Varese addestra Piloti.

Nel corso degli anni, abbiamo potuto vedere, negli occhi di chi dall’Aeroporto “Arturo Ferrarin” ha costruito la propria carriera da pilota, una passione encomiabile nel vivere questa esperienza che non si è limitata a essere esclusivamente un corso in una scuola di volo ma anche un percorso di crescita personale in un luogo di ritrovo piacevole e accogliente.

Uno dei valori aggiunti della nostra scuola sta nelle aule e negli spazi che Aeroclub Varese mette a disposizione degli allievi non solo per le lezioni teoriche ma anche per condividere ogni momento del proprio percorso di studi. È ricorrente vedere i nostri ragazzi ripassare in vista degli esami, aiutarsi a vicenda per rendere questo percorso più piacevole, costruendo legami che vanno al di là dell’essere colleghi.

La nostra scuola è aperta sette giorni su sette e la nostra struttura è a disposizione di allievi e soci per vivere, in maniera completa, il viaggio verso la licenza di pilota e, successivamente, il piacere di volare con la licenza ottenuta.

Nuovo materiale didattico disponibile nell’Area Riservata

NUOVI MATERIALI

CONTROLLI PRE-VOLO “CESSNA C172M” E “TECNAM P2002JF”

Continua a leggere

,

Aeroclub Varese è partner di Etihad Regional per la selezione del personale

Si terranno presso il nostro AeroClub le prossime selezioni per piloti della compagnia aerea Ethiad Regional.

Continua a leggere

2° Corso Operatore APR

Si è concluso Domenica 23/10/2016 il 2° corso per l’ottenimento dell’Attestato di Operatore APR classe Very Light.

Continua a leggere

Diventa operativo il portale ufficiale dedicato alla registrazione di droni

Sembra essere finalmente operativo il portale d-fight.it, ovvero il sito web presso il quale ENAC ha previsto in modo obbligatorio la registrazione di tutti i droni adoperati con finalità professionali.

Diversi piloti di droni hanno segnalato che il sito è divenuto operativo, e per tale ragione hanno subito provveduto alla registrazione dei loro velivoli.

Registrare il proprio drone è molto semplice: una volta aperta la mail ricevuta dal portale ci si connette al sito web in questione e si inseriscono le proprie credenziali d’accesso per completare la registrazione.

Dopo aver inserito tutti i dati richiesti è possibile visualizzare il QR Code che va esposto in modo visibile sul drone, e che fungerà sostanzialmente da identificativo, proprio come se fosse una targa.

Le forze dell’ordine avranno la possibilità, tramite l’utilizzo di un’apposita App, di identificare tempestivamente il proprietario del drone in volo.

Alcuni piloti di droni hanno tuttavia avanzato delle critiche nei confronti di questo portale, sostenendo che necessiti ancora di alcuni perfezionamenti per rivelarsi impeccabile: la presenza dei loghi ufficiali di ENAV ed ENAC, ad esempio, è considerata indispensabile.

Swiss sostituisce gli Avo RJ100 con i moderni CS100

La flotta della compagnia aerea Swiss sta vivendo un’importante fase di rinnovamento, essendosi infatti dotata di un apparecchio di ultima generazione ideale per le tratte a corto e medio raggio.

Il nuovo aereo in questione è il CS 100, modello fabbricato dall’azienda canadese Bombardier che sostituirà i modelli Jumbolino, tecnicamente definiti Avro RJ100.

La compagnia aerea elvetica ha recentemente presentato CS 100 a Zurigo, e la scelta di questa città è tutt’altro che casuale, dal momento che proprio a Zurigo il problema del rumore aereo è particolarmente sentito.

La principale peculiarità tecnica di CS 100 è infatti rappresentata dalla sua ottima capacità di ridurre i rumori: l’impatto fonico che contraddistingue questo modello, infatti, si rivela inferiore ben della metà rispetto ai Jumbolino, che la Swiss ha scelto di sostituire.

Mark Dennler, responsabile dell’Ufficio del traffico aereo del canton Zurigo, ha sottolineato con entusiasmo questa caratteristica di CS 100, la quale influirà molto positivamente sulla riduzione dell’inquinamento acustico legata al traffico aereo.

La scelta degli occhiali per il pilota: alcuni suggerimenti utili

Per i piloti la scelta degli occhiali da sole è davvero importantissima, di conseguenza è fondamentale che si opti per un modello che sappia offrire le più solide garanzie durante il volo.

La correzione di eventuali difetti visivi costituisce ovviamente un obbligo per i piloti, ma al di là di questo ogni persona deve valutare autonomamente quali sono gli occhiali da sole più adatti per le sue necessità.

Gli occhiali da sole si fondano sull’utilizzo delle cosiddette lenti polarizzate, delle lenti che includono un filtro in grado di proteggere l’occhio dai raggi UV; unitamente a questa funzione primaria, peraltro, questi occhiali riescono a ridurre l’affaticamento visivo, un aspetto importantissimo per i piloti, e migliorano la nitidezza anche per quel che riguarda gli oggetti in lontananza.

Un aspetto che merita di essere sottolineato e che può certamente rivelarsi molto prezioso al momento della scelta dell’occhiale è rappresentato dal colore del modello di interesse.

Le lenti gialle, ad esempio, sono considerate molto efficaci, dal momento che filtrano molto efficacemente senza tuttavia oscurare il paesaggio.

Le lenti verdi e quelle grigie sono considerate una scelta ottima per chi ha bisogno di ripararsi da una luce particolarmente intensa, mentre le lenti blu sono sconsigliate per i piloti, in quanto non impeccabili contro l’abbagliamento e filtrando esclusivamente gli infrarossi, e non gli ultravioletti.

Lenti azzurre e rosa, invece, sono del tutto irrilevanti dal punto di vista tecnico, e la loro diffusione è legata esclusivamente a ragioni estetiche.