L’aeroporto di Brindisi sarà il primo ad utilizzare il nuovo sistema Data Link

Data Link Aeroporto Brindisi

L’Aeroporto del Salento, situato a Brindisi, sarà il primo ad utilizzare il cosiddetto Data Link, un’innovazione molto interessante che è finalizzato all’ottimizzazione della sicurezza dei voli.

Data Link è un sistema che prevede che la comunicazione tra velivoli e torre di controllo non avvenga più a voce, ma attraverso lo scambio di appositi messaggi di testo.

La comunicazione vocale non può escludere rischi che vi siano delle incomprensioni tra chi parla e chi ascolta, di conseguenza Data Link si pone senza dubbio come un’innovazione molto importante.

L’Aeroporto di Brindisi sarà il primo che utilizzerà questa nuova tecnologia, ed Enav ha effettuato questa scelta in modo non casuale: nell’Aeroporto del Salento, infatti, il personale impiegato nella torre di controllo è numericamente inferiore rispetto ad altri scali più importanti, di conseguenza la formazione del personale risulta più agevole.

Data Link sarà presto disponibile anche in altri scali italiani: Enav ha infatti annunciato il suo utilizzo presso il centro di controllo di Padova a partire dal gennaio 2017, seguirà inoltre il suo utilizzo nei centri di Roma e Milano.

Grazie a Data Link il controllore non dovrà comunicare vocalmente, ma per inviare tutte le informazioni necessarie gli basterà cliccare su un punto del radar lable del volo corrispondente.

Non è la prima volta, peraltro, che il centro Enav dell’aeroporto del Salento è protagonista di interessanti novità: dallo scorso mese di aprile, infatti, al comando di questo team di controllo vi è una donna, la brindisina Laura Del Vecchio.